Core curriculum dell’imaging renale

    Publication Date
    Source Authors
    Source Title
    Source Issue
    Publication Date

    2017

    Source Authors

    Fried J, Morgan M

    Source Title

    Core curriculum dell’imaging renale

    Source Issue

    American Journal of Kidney Diseases

    Vol 73, issue 4

    Page Range: 552-565

    L’imaging renale è diventato una parte fondamentale delle cure cliniche per i pazienti con malattie renali. Le strategie di imaging per il rene si sono evolute negli ultimi cento anni e sono cambiate più rapidamente negli ultimi due decenni a causa dello sviluppo di moderne tecniche  di imaging a risonanza magnetica e tecniche ultrasonografiche più sofisticate ,basti pensare  all’ecografia a contrasto avanzato. L’applicazione dello studio radiologico corretto per la situazione clinica massimizza l’accuratezza diagnostica dell’imaging e una scelta giudiziosa tra le tecniche aiuta a limitare la dose di radiazioni e i potenziali eventi avversi. Lo scopo di tale elaborato risiede nel delineare le modalità di imaging attualmente in uso nei dipartimenti di radiologia ,ed è suddiviso in 3 sezioni: (1) una revisione dello sviluppo dell’imaging renale e uno schema di modality a disposizione del nefrologo, (2) strategie di imaging per determinate situazioni cliniche e (3) la diffusione di alcuni potenziali eventi avversi da imaging, inclusi gli effetti del contrasto iodato sulla funzione renale, i rischi di agenti contrastanti a base di gadolinio nell’insufficienza renale e i potenziali rischi delle tecniche di imaging che utilizzano radiazioni ionizzanti. La valutazione del tratto urinario è stata una delle prime applicazioni sperimentali di radiologia e amministrazione del contrasto. Più di 100 anni dopo, l’imaging è diventato una parte fondamentale della valutazione dei pazienti affetti da nefrologia e urologia. Anche gli agenti di contrasto e la comprensione dei loro effetti a livello (e altrove) si sono evoluti nel tempo. Tuttavia, il ruolo dell’imaging è appena iniziato; l’imaging ad alta risoluzione, l’imaging funzionale e l’imaging molecolare promettono che l’evoluzione dell’imaging renale nel corso del prossimo secolo sarà altrettanto rapida nei primi cento anni. Questo articolo del Curriculum di base guarda l’imaging renale in due modi complementari. Prima di tutto, una breve panoramica delle attuali tecnologie di imaging introduce il “cast di personaggi” nel dipartimento di radiologia. Quindi esaminiamo alcuni scenari clinici con la conoscenza di come le diverse tecnologie di imaging possono essere utilizzate per influenzare. Infine, viene presentata una discussione sulla nefropatia da contrasto, la fibrosi nefrogenica (NSF), la dose di radiazioni e le direzioni future per l’imaging renale. La valutazione del tratto urinario è stata una delle prime applicazioni sperimentali di radiologia e amministrazione del contrasto. Più di 100 anni dopo, l’imaging è diventato una parte fondamentale della valutazione dei pazienti affetti da nefrologia e urologia.

    BIBLIOGRAFIA

    1. Grenier N, Hauger O, Delmas Y, Combe C. MR imaging of ne-phropathies.Abdom Imaging.2006;31(2):213-223.
    2. Leyendecker JR, Barnes CE, Zagoria RJ. MR urography:techniques and clinical applications.Radiographics.2008;28(1):23-46.
    3. Wood CG, Stromberg LJ, Harmath CB, et al. CTand MR imagingfor evaluation of cystic renal lesions and diseases.Radiographics.2015;35(1):125-141.
    4. Zhou JY, Wang YC, Zeng CH, Ju SH. Renal functional MRI and itsapplication.J Magn Reson Imaging.2018;48(4):863-881.
    5. Mettler FA, Guiberteau MJ. Genitourinary system and adrenalglands. In: Mettler FA, Guiberteau MJ.Essentials of NuclearMedicine Imaging.6th ed. Philadelphia, PA: Elsevier Saunders;2006:315-344.