Competenze percepite dagli operatori vaccinali sulla gestione delle emergenze sanitarie durante la seduta vaccinale

Authors
Pub.Info
Article Navigation
Pub.Info

Pubblication Date: 2019-10-11
Printed on: Volume 1, Special Issue - I Congresso FNO TSRM PSTRP

INTRODUZIONE

I vaccini attualmente in commercio sono sicuri ed efficaci, tuttavia, come per qualsiasi altro farmaco, dopo la loro somministrazione possono manifestarsi reazioni avverse. Le reazioni dopo somministrazione di vaccino possono essere classificate secondo il criterio temporale di insorgenza rapida o tardiva. In particolar modo per le reazioni avverse ad insorgenza rapida il vaccinatore deve essere pronto e formato adeguatamente a gestire tutte le reazioni post vaccinali.

OBIETTIVI

Con questo studio, si vuole indagare le competenze percepite dagli operatori vaccinali sulla gestione delle emergenze sanitarie durante la seduta vaccinale.

MATERIALI E METODI

L’indagine è stata condotta tramite somministrazione di un questionario elaborato nel mese di Aprile e perfezionato nel mese di Maggio, al personale vaccinatore del SISP dell’AULSS*. Si è scelto di somministrarlo attraverso i moduli Google tramite un link inoltrato dai coordinatori del personale sanitario e i medici dirigenti. I questionari sono stati raccolti o codificati ed archiviati in un foglio elettronico di calcolo di Microsoft Excel 2010.

RISULTATI E CONCLUSIONI

Su 51 questionari inviati tramite Google sono state ricevute 33 risposte, pertanto un’adesione del 65%. Dai dati calcolati con un massimo di 5 punti si nota che il personale vaccinatore si sente molto confidente nella gestione della sintomatologia di crisi d’ansia dovuta alla fobia da ago (media di 3,89), lipotimia(m=3,70), sincope(m=3,48), vertigine(m=3,42), ipotonia muscolare (m=3,33), spasmi affettivi(m=3,12), ipertonia muscolare(m=3,09), dispnea(m=3,03), tachicardia(m=3,00).

Invece poco confidenti nella gestione delle parestesie(m= 2,93), bradicardia(m=2,84), convulsioni(m=2,64), arresto respiratorio di un soggetto in età adulta(m=2,64), arresto cardiaco di un soggetto in età adulta(m=2,58), shock Anafilattico(m=2,55), epilessia(m=2,48), arresto respiratorio in un soggetto in età pediatrica(m=2,45) e arresto cardiaco in un soggetto in età pediatrica(m=2,42).

Analisi dei dati ha permesso di individuare l’assistente sanitario diplomato come l’operatore vaccinatore che ha riferito maggior sicurezza rispetto al medico igienista e l’assistente sanitario diplomato nella gestione delle manifestazioni patologiche più frequenti in ambito vaccinale e l’utilizzo di strumenti sanitari ed esecuzione di manovre e tecniche sanitarie.

Inoltre solo il 48% dei vaccinatori rispetta la cadenza biennale per la formazione BSLD adulto e pediatrico, L’82% degli operatori vaccinali ritiene utile un focus group per confrontarsi sulle criticità in ambito periodicamente in pianta stabile, il 15% secondo necessita e il 3% occasionalmente in pianta stabile, comunque, il 100% del campione rispondente ritiene necessario un aggiornamento per la gestione delle emergenze sanitarie in ambito vaccinale. Dai dati analizzati, il personale vaccinatore si sente molto sicuro nella gestione di manifestazioni patologiche che non richiedono un trattamento farmacologico. Si ritiene utile un aggiornamento e formazione adeguata al ruolo ricoperto dal vaccinatore nella gestione delle emergenze sanitarie in seduta vaccinale.