Il Tecnico Sanitario di Laboratorio Biomedico legale forense

Authors
Pub.Info
Article Navigation
Pub.Info

Pubblication Date: 2019-10-11
Printed on: Volume 1, Special Issue - I Congresso FNO TSRM PSTRP

INTRODUZIONE

In pochi decenni, in laboratorio, un’intensa trasformazione tecnologica ed organizzativa ha modificato l’apporto delle risorse umana ai processi aziendali. Si è passati dal tecnico che assaggiava i campioni di urina alle tecnologie avanzate quali l’ amplificazione del DNA. Si sono quindi avuti mutamenti organizzativi in qualità di : struttura – cultura e professionalità. Agli individui non è più richiesto un contributo solo fisico da “ prestatori d’opera”, ma una capacità culturale, intellettuale e professionale da “prestatori d’intelligenza” tale da favorire un apporto innovativo , flessibile, consapevole a supporto integrato nelle imprese di appartenenza sia pubbliche che private. Base ne è il decreto M. della Sanità 26/9/ 1994 745 che regolamenta l’individuazione della figura e del relativo profilo professionale. Da questo decreto l’evoluzione del TSLB è cmq continuata fino alla copertura di ambiti che normalmente prevedono altre figure sanitarie. L’evoluzione giuridica (legge Gelli/Bianco ecc.), l’assunzione di maggiori responsabilità, le competenze acquisite coi corsi formativi oltre alla laurea triennale, magistrale, master specializzanti di I II livello, ha fatto nascere l’esigenza di introdurre, oltre a quelle già esistenti, una specializzazione che si ponesse l’obiettivo di studiare gli aspetti giuridici e legali correlati alle molteplici attività del tslb.

OBIETTIVI

Presentare il nuovo professionista tslb, gli ambiti nei quali può emergere con le competenze acquisite nel percorso esperienziale – formativo che lo vede sempre più una risorsa dalla quale l’azienda e la società può attingere per la gestione di quelle aree trasversali e non prettamente legate al suo utilizzo primario nei vari laboratori.

MATERIALI E METODI

Riferimenti giuridico- medico legali; acquisizione della partecipazione attiva nella gestione di segnalazioni ( vedi gruppo AGML nuovo ordine), sentenze;

RISULTATI E CONCLUSIONI

Dare evidenza di come il professionista tslb procede a supporto alle diverse figure con cui interagisce: ambito legale, in collaborazione col medico legale, come consulente del giudice; azienda nella gestione del rischio, per le abilità specifiche, stesura di progetti, consulenza e progettazione di procedure, protocolli ecc.; collaborazione con sindacati studi legali con il suo apporto nella gestione dei procedimenti disciplinare a supporto del professionista- collega in quanto a conoscenza delle dinamiche lavorative in causa; fornire consulenza in caso di contenziosi (media conciliazione); partecipazione audit clinici; area etico – deontologica ; attività formazione legata all’acquisizione di competenze trasversali ; consulenza sicurezza sul lavoro; assistenza, per quanto di competenza nella catena di custodia ( violenza di genere , tossicologia).