Dalla carta al web: un servizio a disposizione dei cittadini per la consultazione di immagini e referti


Authors
Pub.Info
Authors

Authors:

Risoli Camilla

Pub.Info

Pubblication Date: 2019-10
Printed on: Volume 1, Special Issue - I Congresso FNO TSRM PSTRP

Introduzione

in Emilia-Romagna la dematerializzazione della documentazione radiologica ha favorito l’introduzione del Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE), rappresentativo della storia clinica del paziente1. Tuttavia l’adesione a FSE non è obbligatoria ed esso rimane un progetto esclusivo dell’Emilia-Romagna2. Per questi motivi, sono stati introdotti i portali web, tramite i quali i cittadini hanno la possibilità di sperimentare la consultazione della propria documentazione online in maniera alternativa, indipendentemente dalla loro residenza. I portali online sono collegati al sito Internet della struttura sanitaria in cui è stato eseguito l’esame diagnostico: dopo la validazione del referto da parte del Medico Radiologo, il paziente potrà effettuarne il download insieme alle immagini, accedendo con il proprio nome utente e password al sito web della struttura3. Gli obiettivi di questo studio comprendono, quindi, l’individuazione delle differenze fra i portali online e il FSE, proponendo possibili implementazioni aggiuntive, e la definizione del ruolo di Amministratore di Sistema (AdS) nel progetto di creazione di una piattaforma online.

Metodi

è stato analizzato l’attuale stato dell’arte di FSE per confrontarne le caratteristiche con quelle di un portale per referti online recentemente in uso presso l’AUSL di Bologna. Inoltre è stata eseguita una statistica sugli accessi avvenuti al portale nei primi 9 mesi di implementazione.

Risultati

questo studio ha messo in evidenza parecchie differenze tra FSE e un portale per referti online, che si articolano a livello di gestione dati, attività eseguibili e privacy.

Le maggiori criticità relative all’implementazione di un portale per referti online sono riassumibili in:

  • errori nel processo prestazione (es. anagrafica errata, errata assegnazione paziente,…);
  • aumento del carico di lavoro sul PACS (Picture Archiving and Communications System);
  • difficoltà nella creazione di “precedenti”.

Per questi problemi le possibili soluzioni sono rispettivamente:

  • trasparenza nei confronti dell’utente e presenza di procedure consolidate;
  • presenza di un sistema di “Quality of Service”;
  • implementazione di una procedura guidata per creare CD o chiavette USB.

Nei 9 mesi considerati circa la metà dei pazienti ha usato il portale per visionare i propri referti, mentre la metà restante ha continuato a optare per il ritiro dei risultati dell’esame in formato cartaceo con eventuale support del CD per visualizzare le immagini.

Considerando la brevità dell’ arco di tempo considerato, questo dato rappresenta un’informazione confortante, prestandosi tuttavia ad ampi margini di crescita. I possibili spunti di miglioramento che possono favorire la maggiore fruizione di un portale online sono da ricercare in servizi aggiuntivi facilmente implementabili4 tra cui:

  • un video tutorial per il primo accesso dell’utente;
  • un servizio di help-desk sempre attivo;
  • la possibilità di inviare di referti/immagini tramite email (es.: a un medico specialista con cui condividere i risultati);
  • la possibilità masterizzare a casa il CD.

All’interno di questo contesto, l’AdS si inserisce con diverse funzioni5 tra cui:

  • sviluppare il workflow operativo per la creazione del portale online;
  • occuparsi della sicurezza, integrità e protezione dei dati;
  • controllare la presenza di eventuali disambiguità nella documentazione online;
  • stilare protocolli in caso di emergenza per problematiche RIS (Radiology Information System) e PACS;
  • fornire input per il miglioramento del sito;
  • aiutare a sviluppare un sistema di visualizzazione chiaro e immediato;
  • proporre nuovi servizi aggiuntivi implementabili, al fine di ottimizzare il sito;
  • stilare il report dell’attività del portale;
  • fornire supporto alle utenze.

Bibliografia

1 Linee guida per la dematerializzazione della documentazione clinica in diagnostica per immagini, normativa e prassi

2 Https://support.fascicolo-sanitario.it

3 Linee guida in tema di referti online – 19 novembre 2009

4 Linee guida per la comunicazione online in tema di tutela e promozione della salute – dicembre 2010

5 Misure e accorgimenti prescritti ai titolari dei trattamenti effettuati con strumenti elettronici relativamente alle attribuzioni delle funzioni di amministratore di sistema – 27 novembre 2008