Evoluzione della gestione del personale tecnico ed infermieristico in sala TC: la venipuntura per il TSRM nell’ASST della Franciacorta

Authors
Pub.Info
Authors

Authors:

Zangari Francesco

Pub.Info

Pubblication Date: 2019-10
Printed on: Volume 1, Special Issue - I Congresso FNO TSRM PSTRP

Introduzione

Sono passati 20 anni dalla l. 42/99 “Disposizioni in materia di professioni sanitarie” che ha ridefinito l’assetto delle professioni sanitarie demolendo in forma definitiva il castello costruito dal Regio Decreto del 27 luglio 1934, n. 1265 che prevedeva la distinzione tra le professioni sanitarie “principali” e quelle “ausiliarie” sancendo il superamento dei mansionari e il riconoscimento del concetto di “professioni sanitarie” con ambiti di competenza e di autonomia (i profili). Oggi le professioni sanitarie sono al centro di un percorso di crescita che rende peculiare la modificazione del ruolo professionale, dato dalle competenze, abilità e capacità.

Obiettivi

Investire nelle professioni sanitarie ponendo le basi per una nuova autonomia e responsabilità professionale, consente di porre le basi per un sistema professionale capace di sostenere e soddisfare le esigenze dei servizi e della popolazione nel rispetto delle norme vigenti e delle altre figure professionali. Se da un lato vi è la necessità di ampliare le competenze del Tecnico Sanitario di Radiologia Medica dall’altro non si intende debordare nell’attività specifica di ciascuna professione ma piuttosto si mira alla formazione di una Equipe Radiologica maggiormente solida nelle competenze, alla sicurezza del processo radiologico e all’efficienza del medesimo, all’efficienza/efficacia organizzativa, alla corretta collaborazione dei professionisti dell’Area Radiologica seppur nel rispetto delle peculiarità e competenze specifiche di ognuno.

Materiali e metodi

Sono state condotte due indagini a livello nazionale, coinvolgendo i Coordinatori dei Cdl in TRMIR e gli Ordini TSRM-PSTRP territoriali chiedendo se fosse presente un corso dedicato alla venipuntura dedicato ai TSRM. Successivamente prendendo come modello un’Azienda Ospedaliera Pubblica (l’ASST della Franciacorta), e coinvolgendo il suo Ordine TSRM-PSTRP territoriale di appartenenza (Brescia), sono state poste le basi per un corso di venipunturadedicato ai TSRM prendendo in considerazione anche il processo del cambiamento organizzativo nella relativa U.O. di Radiologia di Chiari.

Risultati e Conclusioni

In Italia su un totale di 28200 TSRM risultano abilitati e formati alla venipuntura 170 TSRM (1%). Nel 16% delle Università italiane il TSRM ha un adeguata formazione alla venipuntura, e nel 9% degli Ordini TSRM-PSTRP è stato attivato un corso dedicato alla venipuntura. Nell’U.O. di Radiologia presa come riferimento, l’84% del personale TSRM sarebbe disposto ad effettuare un corso dedicato, mentre il restante 16% si dichiara dissenziente. E’ stato tuttavia attivato il primo corso dedicato alla venipuntura nel territorio di appartenenza coinvolgendo il relativo Ordine.