Il ruolo del TSRM nel picc team. Un case report di non malposizionamento.

Authors
Pub.Info
Authors

Authors:

Lopetuso Marco

Pub.Info

Pubblication Date: 2019-10
Printed on: Volume 1, Special Issue - I Congresso FNO TSRM PSTRP

Introduzione

Paziente di 70 anni iperteso con cardiomiopatia dilatativa e diabete, già sottoposto precedentemente a resezione transegmentaria del lobo inferiore destro, a seguito di nuovo quesito diagnostico di Carcinoma squamoso della lingua , esegue TC cranio/collo, a fini terapeutici necessita di posizionamento picc.  

Obiettivi

Il posizionamento di un picc richiede analisi e monitoraggio dei parametri vitali, esame ecografico dei vasi e sistemi di valutazione della posizione della punta (elettrocardiogramma (ECG) intracavitario ed RX torace) che possono influenzare le possibilità terapeutiche e modificare le conclusioni diagnostiche. Il seguente Case-Report è espressione del ruolo chiave del TSRM in tale procedura.    

Materiali e Metodi

Dopo l’impianto, in collaborazione con il TSRM, si effettua tip location tramite ECG e fluoroscopia : decorso del catetere apparentemente atipico. A circa 15 gg dal posizionamento esegue una TC total body per nuova stadiazione.

Risultati e Conclusioni

La TC mostra il corretto decorso del catetere con estremità distale nel terzo inferiore di vena cava superiore, la presenza di fenomeni cicatriziali a livello del lobo inferiore con parziale deviazione dell’asse mediastinico verso dx e la presenza di una grossolana area di addensamento/consolidamento parenchimale mantellare del diametro di mm 42 adesa alla parete pleurica, avente margini irregolari ed esteso contatto pleurico, in corrispondenza del segmento apicale del lobo polmonare superiore dx. La collaborazione e la condivisione dei programmi diagnostico-terapeutici risulta fondamentale per il buon esito della procedura di posizionamento di accessi venosi centrali. Il TRSM e la radiologia tradizionale possono fornire indicazioni diagnostiche preziose che possono rendere necessario un ulteriore inquadramento clinico e la modifica del percorso terapeutico.