Le ricostruzioni iterative: TC vs MN, l’utilizzo della stessa nomenclatura per algoritmi differenti


Authors
Pub.Info
Authors

Authors:

Martini Chiara, Amato Giorgia, Avanzini Gianmarco, Braccelli Marco, Caroppa Francesca, Disalvo Rossella, Ghirardini Marianna, Marangi Vitania, Marzi Carlotta, Pieroni Valentina

Pub.Info

Pubblication Date: 2019-10
Printed on: Volume 1, Special Issue - I Congresso FNO TSRM PSTRP

INTRODUZIONE

Negli ultimi anni, il numero di esami Tomografia computerizzata (TC), Tomografia ad emissione di positroni (PET) e Tomografia ad emissione di singolo fotone (SPECT) è considerevolmente aumentato e con esso l’esposizione a radiazioni ionizzanti, trattandosi di metodiche ad elevate dosi radianti. Secondo il principio ALARA (As Low As Reasonably Achievable), si è sempre cercato di ottimizzare la dose erogata con apparecchiature radiologiche sempre più avanzate, nuove procedure di acquisizione ed algoritmi di ricostruzione in grado di produrre immagini diagnostiche riducendo al minimo l’esposizione del paziente.

OBIETTIVI

Confrontare gli algoritmi di ricostruzione delle immagini tradizionali (Filtered Back Projection – FBP) ed iterativi (RI) in TC e in Medicina Nucleare (MN).

MATERIALI E METODI

L’indagine è stata effettuata mediante ricerca bibliografica, consultando e confrontando materiale cartaceo, informatico e rilevato sul campo.

RISULTATI E CONCLUSIONI

Le RI utilizzate in TC e in MN hanno lo scopo di ridurre il rumore dell’immagine ottenendo un risultato diagnostico. Mostrano di base lo stesso funzionamento seppur il loro sviluppo ha portato a formulazioni sempre più complesse. In TC la selezione dell’appropriata tecnica di ricostruzione, FBP o RI, è un compito specifico che risponde a criteri e preferenze individuali di qualità dell’immagine e risulta determinante in caso di pazienti pediatrici o obesi dove, utilizzando RI, si potrebbe ridurre considerevolmente la dose radiante. In MN le RI permettono di modulare le fluttuazioni statistiche associate al rumore a discapito dei tempi di elaborazione che risultano molto elevati.

Le RI vengono utilizzate di default in MN pur presentando tempi di elaborazione molto elevati. In TC vengono utilizzate più frequentemente ricostruzioni FBP, semplici e immediate. Le RI in TC anche se possono garantire riduzione di dose e miglior qualità d’immagine spesso non vengono utilizzate dai radiologi per gusto personale, in quanto le immagini risultano spesso plastiche, verniciate.