La Prima macro fase

Authors
Pub.Info
Authors

Authors:

Dott.ssa D’Anna Martina

Laureata in Giurisprudenza ed in Scienze della Pubblica Amministrazione
Assistente volontaria in Diritto Internazionale (Prof. Corleto)
Componente del Board del Journal of Advanced Health Care (Editorial Assistant)

Pub.Info

Pubblication Date: 2020-12
Printed on: Volume 2, Publications, Covid Issue

Prima/Seconda fase operativa: Il questionario CAWI impiegato.

Il questionario oggetto del progetto di ricerca in esame, è composto da 3 sequenze: 

  • La prima sequenza è obbligatoria e riguarda l’accettazione o il diniego, da parte dell’intervistato, alla prestazione del consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del d.lgs 101/2018 (art 13 del d.lgs 196/2003) e del Regolamento europeo 679/2016. 
  • La seconda sequenza, anch’essa obbligatoria, riguarda la richiesta di partecipazione allo studio da parte dell’intervistatore all’intervistato. 
  • La terza ed ultima sequenza concerne le domande poste all’intervistato, secondo una successione degli argomenti divisi in blocchi di domande, predisposti in successione logica e coerente. 

La macro fase di progettazione è stata fondamentale per determinare il contenuto delle domande, individuare la tipologia di risposta più consona al risultato (risposte aperte o chiuse) e per ultimo, la sequenza delle domande. La tipologia di domanda utilizzata è quella chiusa a risposta multipla – che si differenza dalle domande aperte, in cui l’intervistato è obbligato ad effettuare un dato ragionamento prima di fornire la risposta – ossia domande che prevedono un elenco di risposte tra cui scegliere. Tra le batterie di quesiti a risposta chiusa, sono presenti domande che prevedono una risposta basata su una scala di valutazione, volta ad individuare l’opinione e l’orientamento dell’intervistato su un determinato punto: costituite da domande in cui si chiede al rispondente di indicare se il proprio pensiero è in accordo o disaccordo (attraverso la cd scala di valutazione Likert)[9], oppure il grado di soddisfazione o insoddisfazione e la frequenza (esempio 1 = mai/non rilevante; 10 = sempre/molto importante).

La scelta della tipologia di domanda a risposta chiusa, fonda sulla necessità di evitare cali di attenzione da parte dell’intervistato o possibile sentimento di fastidio nella fase di risposta, comportando così un’alterazione nella raccolta dei dati. Inoltre, attraverso la somministrazione di domande chiuse, è possibile ottenere una maggiore standardizzazione ed una facilitazione nella classificazione e registrazione delle risposte.   

IL QUESTIONARIO: Valutazione dell’impatto dell’emergenza del COVID-19 sugli operatori e professionisti sanitari

Questionario di analisi sulla sicurezza, sulla percezione della pericolosità e dei fabbisogni degli operatori Questionario di analisi sulla sicurezza, sulla percezione della pericolosità e dei fabbisogni degli operatori delle

19delle 19 professioni sanitarie afferenti l’Ordine dei TSRM e PSTRP a seguito della diffusione dell’emer- professioni sanitarie afferenti l’Ordine dei TSRM e PSTRP a seguito della diffusione dell’emergenza sanitaria (PANDEMIA) denominata COVID-19. Progetto di Ricerca a cura di JAHC Journal of Advanced genza sanitaria (PANDEMIA) denominata COVID-19. Progetto di Ricerca a cura di JAHC Journal of  Advanced Health Care – www.jahc.eu   


Notes

  • [9] La scala di valutazione Likert valuta l’atteggiamento di un determinato soggetto in relazione ad un determinato argomento. Attraverso tale scala abbiamo chiesto agli intervistati in quale misura concordano o meno con un’affermazione sul tema oggetto di analisi, assegnando un punteggio da 1 a 10 oppure da 1 a 5, indicando il rapporto tra i valori numerici (ad esempio 1= in disaccordo; 10=molto d’accordo).